CONTIAMO INSIEME - Gruppo Teatro

Ogni martedì da metà ottobre ci incontriamo per fare teatro insieme a Daniela, Fabio, Frosy, Giusy, Lucy e Vito.

Il laboratorio è parte del progetto “Contiamo insieme”, realizzato da ActionAid in partnership con il Centro Psicoanalitico di trattamento dei malesseri contemporanei Onlus, l'Associazione Culturale Teatro Contesto e l'Università degli Studi di Torino - Dipartimento di Psicologia, con il sostegno della Compagnia di San Paolo.

Stiamo lavorando per "mettere in scena”, attraverso il Teatro dell'Oppresso, le difficoltà che incontriamo quando attraversiamo un periodo di fragilità economica

E’ un lavoro intenso e ricco di tutte le emozioni che ognuno porta con sé.

E' un condivide con gli altri.

E’ uno stare insieme.

E’ uno spazio per raccontarsi e ascoltare gli altri, superando insieme resistenze ed imbarazzi.

E’ un darsi fiducia, un uscire ognuno dal proprio guscio per ritrovarsi in un cerchio.

E’ un giocare e un ridere insieme.

E’ quel "allora ci vediamo martedì prossimo!”.

E’ uscire di casa e lasciare per un attimo le proprie preoccupazioni e fatiche.

E’ quello scambiarsi i numeri di telefono e fare un gruppo WhatsApp per mandarsi un saluto tra un martedì e l'altro.

E’ un costruire qualcosa insieme.

E’ il sentirsi parte di un gruppo.

E' utilizzare il linguaggio teatrale per creare una piccola comunità in cui ognuno si senta un individuo valorizzato e accolto e trovi occasioni per esprimere quanto ha dentro.

La metodologia del teatro dell'Oppresso con la tecnica del teatro-forum permetterà, in seguito, al gruppo di aprirsi ad un pubblico e presentare quanto costruito insieme per discuterne in forma teatrale e cercare possibili strategie per uscire da situazioni difficili in cui ognuno può trovarsi coinvolto.

La solitudine e l’isolamento rendono i problemi ancora più grossi e li fanno apparire insormontabili. Fare teatro e coinvolgere altre persone con dei teatri-forum significa prima di tutto offrire un’opportunità di sentirsi meno soli e più forti.

Scrivi commento

Commenti: 0